Informativa breve sulla gestione dei dati personali e dei cookie nel rispetto della normativa GDPR
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, questo sito potrebbe usare cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie.
Nel rispetto della normativa GDPR, per saperne di più sulla gestione dei cookie e sull'uso dei dati personali consulta la nostra Cookie Policy.

  • 5x1000 NIENTESTASCRITTO-01

     

  • SDC slider 576x244

     

     

  • collage 3

     

    oltre 4000 Beneficiari dei progetti di cooperazione che  si ispirano ad un approccio comunitario e partecipativo.

     

     

     

     

    Quattro i paesi con i quali lavoriamo: Kenya, Ecuador, Bosnia e Israele

    Leggi l'articolo

Articoli

COMUNI/CARE_Nr_34 dicembre 2018

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 

A Natale a fianco dei volontari del Saint Martin, Kenya

2018-VolontariSM

 

Cecile, Einahe, Benina, James e Godfrey. Sono volontari del Saint Martin CSA in Kenya. Cecile, una delle prime volontarie del Saint Martin, ha iniziato 20 anni fa e ancora oggi si occupa dei bambini con disabilità della baraccopoli di Maina, dove Cècile vive. Einahe, un insegnante, è volontario nel programma per i bambini svantaggiati, James fin da quando era giovanissimo collabora come volontario nel programma Dipendenze, HIV e Salute mentale, mentre Godfrey è uno dei volontari dell'Arche Kenya, dove convivono disabili e non con la convinzione che una società realmente umana debba essere fondata sull'accoglienza e sul rispetto dei più piccoli e dei più deboli.

 Sostenere il lavoro dei volontari del Saint Martin in Kenya significa arrivare direttamente al cuore e ai bisogni delle personeGrazie a chi ci segue nel cammino. Segui le loro storie su Facebook Fondazione Fontana, Hashtag #volontarisaintmartin /#NataleFF     www.fondazionefontana.org

 

Padova e la cooperazione internazionale. Un percorso di condivisione
23754999 10214918758267793 3457474761056548854 n
Anno nuovo, vita nuova.  Rimotivare le aspirazioni della cooperazione padovana. E' quello che auspica il Tavolo della cooperazione con un percorso rivolto alle associazioni del Comune di Padova che partirà a gennaio 2019 e si concluderà a maggio dello stesso anno. L'idea di questo percorso nasce alla fine del 2017 in seno ad alcune organizzazioni di cooperazione spinte dalla necessità di fare rete e promuovere un lavoro più efficace insieme.
L'ispirazione è stata data dall'esperienza della "Carta di Trento", un lavoro in progress – frutto di un'elaborazione comune tra numerosi attori della cooperazione e della solidarietà internazionale – per una nuova visione e una nuova pratica della cooperazione internazionale allo sviluppo.
Attualmente nell'opinione pubblica in Italia la cooperazione internazionale non riscuote grandi interessi o consensi. Le organizzazioni non governative non sembrano essere apprezzate come in passato. Come continuare quindi a fare cooperazione in modo serio ed efficace? Il desiderio di ritrovare un senso per il lavoro di cooperazione è un segnale positivo, forte, nella direzione di una volontà di riappropriarsi di un pensiero, di una linea strategica, non immaginaria, ma immaginata e costruita insieme. Essa dovrebbe aiutare a trovare la strada più adeguata per essere attori di cooperazione, prima ancora che per fare cooperazione.
Questo percorso di condivisione e approfondimento sulla cooperazione padovana porterà a documentare, valorizzare e promuovere il contributo cittadino allo sviluppo sostenibile. In particolare mira a:
 condividere esperienze e saperi generati dal lavoro di cooperazione dei partecipanti;
 valorizzare e promuovere l'impegno delle associazioni e organismi padovani nella cooperazione;
 approfondire le motivazioni e le dinamiche dell'impegno padovano nella cooperazione;
 promuovere le condizioni per una maggiore sinergia, scambio, o collaborazione tra le associazioni;
 promuovere l'immagine di Padova e il suo impegno per la cooperazione.
 

Il percorso è infatti costruito a partire dagli attori di cooperazione, quindi organizzazioni non governative, onlus e associazioni, e dalla loro esperienza, ma è rivolto all'esterno. Mira infatti a dare testimonianza alla città di quanto la cooperazione allo sviluppo possa essere uno strumento strategico per costruire un futuro di convivenza basata sul mutuo riconoscimento, sulla reciprocità dello sviluppo, sulla pace. Fondazione Fontana prenderà parte al percorso e vi terrà informati sugli sviluppi e sugli esiti.

 

EDUCAZIONE 

World Social Agenda 2018-2019: "Impronte"a Trento

fotowsatn2

La World Social Agenda, il percorso culturale ed educativo di Fondazione Fontana Onlus che si sviluppa nelle province di Padova e Trento, si occupa quest'anno del tema Planet. L'obiettivo è attivare una riflessione sul territorio e sulla possibilità che ognuno possa assumersi delle responsabilità nei confronti della sua gestione. E' ormai comunemente noto che la popolazione mondiale consuma più di quanto gli ecosistemi siano in grado di rigenerare. Sono quindi necessari cambiamenti urgenti e fondamentali nei comportamenti dei singoli e delle comunità. A Trento 4 incontri pubblici sono stati organizzati per ripensare il nostro rapporto con le risorse che sul nostro pianeta generano e permettono la vita. 4 martedì, 4 elementi per parlare di sviluppo sostenibile, responsabilità e territorio. Il primo di questi incontri era dedicato al FUOCO e si è tenuto il 4 dicembre. I prossimi appuntamenti saranno con l'ARIA, l'ACQUA e la TERRA, rispettivamente il 22 gennaio, il 19 febbraio e il 12 marzo. Tutti gli incontri, sotto forma di dialogo tra un giornalista e un esperto in materia, si terranno presso la Caffetteria del Muse - Trento - alle ore 18. Parallelamente continuano sia a Padova che a Trento i laboratori e gli incontri nelle classi delle scuole primarie e secondarie. www.worldsocialagenda.org

 

INFORMAZIONE  

 Unimondo compie 20 anni. Stay human, stay social. Dialogo sulla comunicazione non ostile

2018-12-10 20.01.29

 Il 10 dicembre di 20 anni fa, giornata mondiale dei diritti umani, nasceva il portale Unimondo.org, un progetto di Fondazione Fontana Onlus. In occasione di questo compleanno Unimondo ha organizzato un incontro intitolato "Stay human, stay social. Dialogo sulla comunicazione non ostile", che si è tenuto il 10 dicembre a Trento. Hanno dialogato sul tema Vera Gheno, sociolinguista, e Bruno Mastroianni, giornalista e social media manager. I due, autori di numerosi volumi,  hanno discusso sul ruolo delle parole nei social network. Su Unimondo l'intervista di Piergiorgio Cattani, direttore di Unimondo ai due protagonisti della serata.  L' iniziativa per i 20 annii di Unimondo è organizzata all’interno della World Social Agenda (WSA), un progetto di Fondazione Fontana Onlus realizzato anche con il sostegno di Provincia autonoma di Trento e Comune di Trento.  www.unimondo.org

 

Uno sguardo sugli appuntamenti

 PADOVA

18 dicembre

 

Formazione World Social Agenda

Cambiamenti climatici e inquinamento. Interverranno, Mattia Bertin (IUAV), Francesco Miazzi (Movimento Civico ‘Cambiamo aria’), Gianni Belloni (LIES). Presentazione di un’esperienza della scuola primaria "D. Valeri" - IC "I. Alpi" di Favaro (VE) - “Favaro: sostenibilità in fiera”.

ore 16.30, I.I.S. Ruzza, Via M.Sanmicheli 8, Padova

 

 TRENTO

 

22 gennaio 

 

Secondo incontro World Social Agenda

ARIA . Che dici c'è un bel clima? ROBERTO BARBIERO, Osservartorio Trentino sul Clima, PAT dialoga con MASSIMO BERNARDI, Conservatore per la Paleontologia, MUSE

ore 18, Caffetteria del Muse, Corso della Scienza e del Lvoro, 3 Trento

 

 TRENTO

 

19 febbraio 

 

 Terzo incontro World Social Agenda 

ACQUA. La prima volta è stata lungo una strada forestale.. LORENA STABLUM, giornalista, dialoga con ELISA COZZARINI, giornalista e autrice di Radici Liquide. Un viaggio inchiesta lungo gli ultimi torrenti alpini.

 ore 18, Caffetteria del Muse, Corso della Scienza e del Lvoro, 3 Trento

 

 

TRENTO

 

12 marzo

 

 Quarto incontro World Social Agenda

 

TERRA. S(u)olo un piccolo viaggio. ANNA MOLINARI, giornalista, dialoga con ANTONELLA AGOSTINI Servizio Sviluppo Sostenibile e Aree Protette, PAT, Ufficio Biodiveristà e Rete Natura 2000. 

 ore 18, Caffetteria del Muse, Corso della Scienza e del Lvoro, 3 Trento

 

 

 

 

 

 

 

logo facebook

5x1000 2

fondazione-fontana-logoword-social-agenda-logoimpresa-solidale-logounimondo-logo