Informativa breve sui cookies
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, questo sito potrebbe usare cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie.
Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.

  • carironi oro

     

    Martina Caironi, l'atleta paralimpica protagonista del nuovo documentario di Fondazione Fontana Onlus e Marco Zuin Niente  Sta Scritto vince l'oro ai mondiali di Londra 2017 nei 100 metri e nel salto in lungo.

    Segui  NIENTE STA SCRITTO e contribuisci alla sua realizzazione a questo l ink

  • DSC 0456 resize

     

     Simona Atzori dona il suo 5x1000 a Fondazione Fontana onlus

    FAI COME  LEI!

    Codice fiscale: 92113870288

  • SDC slider 576x244

     

     

  • DSC 0454 resize 

     

     

    Fai come SIMONA ATZORI.

    Dona il tuo 5x1000 a Fondazione Fontana.

    Codice Fiscale: 92113870288

  • collage 3

     

    oltre 4000 Beneficiari dei progetti di cooperazione che  si ispirano ad un approccio comunitario e partecipativo.

     

     

     

     

    Quattro i paesi con i quali lavoriamo: Kenya, Ecuador, Bosnia e Israele

    Leggi l'articolo

COMUNI/CARE_Nr_13 giu 2014

 


COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

ME, WE al Social Film Festival di Sorrento

luca marco me weMe, We only through community, il documentario diretto da Marco Zuin, prodotto da Fondazione Fontana Onlus con le musiche originali della Piccola Bottega Baltazar, ha partecipato alla quarta edizione del Social Film Festival, il Festival Internazionale del Cinema Sociale che si è svolto a Vico Equense (Napoli) dall'1 al 9 giugno.

Tra incontri e proiezioni, il festival, ha aperto con la madrina Isabella Ragonese che, assieme a Giancarlo Giannini e Anna Falchi, ha inaugurato i lavori del Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina. Il tema del festival 2014 è stato "L'amore che unisce". I popoli, le persone, i punti della Terra, che è anche il filo conduttore dei 23 film selezionati provenienti da Italia, Iran, Turchia, Israele, Australia, Filippine, Pakistan, Belgio, Albania, Francia, Stati Uniti, Islanda, Giappone, Svizzera, Kosovo e Kenya.
Proprio al contesto africano del Saint Martin, organizzazione attiva a 200 km a nord di Nairobi, è dedicato Me, We only through community. Cuore del film è la trasformazione che nasce dall'incontro, grazie al Saint Martin che promuove la solidarietà coinvolgendo la comunità locale raggiungendo ogni anno oltre 3000 beneficiari. Anche il documentario è stato realizzato attraverso la comunità, con un'azione di crowdfunding.
Qui potete richiedere una copia del libro con il dvd allegato. Guarda le foto su FB

Tirocini formativi al Saint Martin e tesi di laurea

Sara De Boni al St.Martin

Sara De Boni (Vicenza, 1990) è laureata in "cooperazione allo sviluppo" a Padova  e sta attualmente concludendo il corso magistrale in "istituzioni e politiche dei diritti umani e della pace" (Università di Padova). In questa fase della carriera ha inserito il suo tirocinio formativo presso il Saint Martin in Kenya, che si è concluso a metà giugno. Nel suo diario di bordo, scritto sotto forma di blog dal titolo "Il safari di Sara", il 18 giugno così scrive la giovane ricercatrice "Ed eccomi qua..l'ultimo post lo scrivo mentre ormai sono già in Italia... quasi una metafora di come mi senta ancora un po' a metà tra "là" e "qua"...e di come un po' di cuore sia rimasto sicuramente a Nyahururu!!".
Il "field" di Sara è durato circa due mesi e i suoi obiettivi di ricerca sono stati accolti dal programma che si occupa di bambini e bambine vulnerabili (Community Programme for Street and Needy Children), nel quale la tirocinante ha potuto indagare lo stato di implementazione della Convenzione sui diritti dell'infanzia con una particolare attenzione all'opinione che i minori stessi hanno sulla tematica dei diritti.
Il 14 maggio 2014, da Nyahururum Sara scriveva: "Credo che toccare con mano questa situazione sia stato per me un gran privilegio. Oggi ho invece proseguito il mio lavoro di ricerca con due interviste, di cui una ad un'insegnante di una scuola primaria. Devo dire che in Italia avremmo molto da imparare da questa scuola, dove è stato creato un "parlamento dei ragazzi" formato da rappresentanti di ogni classe della scuola, che raccoglie le istanze dei ragazzi e viene convocato in occasione delle riunioni degli adulti...c'è da riflettere sul livello di implementazione del diritto di ogni bambino a partecipare attivamente alle decisioni prese a suo riguardo!! (Tratto dal blog "Il safari di Sara"). In bocca al lupo per la tesi magistrale e per il tuo futuro!

  __________________________________________________________________________________________________________________

EDUCAZIONE

 

 PRESENTE! Giuliana Musso a Padova ha chiuso la World Social Agenda

musso

  22 maggio, Padova. Si è chiusa al teatro MPX di Padova l'edizione della World Social Agenda, che  approfondisce con alunni, studenti e insegnanti delle scuole primarie e secondarie di Padova e provincia uno degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite.  La serata, dal titolo "PRESENTE!", è stata un'immersione nel diritto alla scuola e all'istruzione assieme a GIULIANA MUSSO, che ha letto alcuni brani tratti da libro di Carla Melazzini "Insegnare al principe di Danimarca" e CESARE MORENO, che ci ha raccontato la sua esperienza come maestro di strada nelle zone delle periferie di Napoli.  Da settembre ad oggi, 3000 studenti, 123 insegnanti, numerosi formatori ed educatori hanno lavorato assieme a Fondazione Fontana Onlus sul Secondo Obiettivo del Millennio delle Nazioni Unite "assicurare l'istruzione primaria a tutti i bambini e le bambine nel mondo entro il 2015. Nel corso della serata  sono stati proiettai anche i "I presenti", gli 11 cortometraggi che oltre 200 ragazzi degli istituti superiori di Padova, assieme al regista padovano Marco Zuin, hanno realizzato sul tema dell'istruzione.
Oltre ai video i ragazzi hanno lavorato su un blog che racconta la scuola e che ha raccolto oltre 400 interventi: la scuola che mi piace, la scuola ai tempi di guerra, la scuola dei primi e la scuola degli ultimi, la scuola fuori dalla scuola. Gli alunni delle scuole primarie hanno invece  lavorato attraverso una serie di laboratori, i cui lavori costituiscono una mostra che è stata allestita a Padova in occasione dell'evento finale. www.worldsocialagenda.org

 

Cooperazione e diritto all'istruzione. A Trento il seminario della Carta di Trento

medie ManzoniIl mese di maggio ha chiuso anche a Trento l'edizione di quest'anno della World Social Agenda, che si suddivide in tre sezioni: Wsa e scuole, Wsa e territorio, Wsa e cooperazione. Il seminario della Carta di Trento per una migliore cooperazione internazionale ha avuto come focus proprio il diritto all'istruzione.
Il 9 maggi, alla presenza di più di 30 partecipanti, si è ragionato sul contesto e gli approcci internazionali che negli ultimi anni hanno caratterizzato la lotta all'analfabetismo nel mondo e se ne è discusso con gli interventi di Piergiorgio Reggio pedagogista e vice presidente dell'Istituto Paulo Freire Italia, Chiara Lugarini docente e esperta di educazione interculturale e Christian Elevati responsabile Educazione per la Cittadinanza Mondiale per Fondazione Intervita. Il pomeriggio è stata la volta delle esperienze trentine di solidarietà internazionale a promozione dell'educazione in Kenya, Mozambico e Togo grazie alle testimonianze di cooperanti, volontari e studenti del Liceo Rosmini di Trento. Per quanto riguarda la World Social Agenda e i percorsi nelle scuole, due sono stati gli incontri per le scuole secondarie del mese di maggio. Uno con Carmine Amato, maestro di strada e autore del libro "Il ragazzo sta bene così" e l'altro con Cesare Moreno, anche lui maestro di strada che lavora nelle periferie di Napoli.  www.worldsocialagenda.org

L'appuntamento per la World Social Agenda, sia a Padova che a Trento è per il prossimo anno con il primo obiettivo "Sradicare la povertà estrema e la fame".

 ___________________________________________________________________________________________________________________

INFORMAZIONE

"Shortisan!" L'Afghanistan raccontato dal cinema breve 

Shortistan Fronte-1

Forumpace Trentino per la Pace e i diritti umani e Associazione Afghanistan 2014
 in collaborazione con Associazione BiancoNero - Religion Today Filmfestival, Unimondo, Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale e Associazione 46° Parallelo hanno organizzato  a Trento tra il 21 e il 26 maggio "Shortistan! L'Afghanistan raccontato dal cinema breve". 

Il cortometraggio  utilizzato come strumento per parlare di Afghanistan al di là della guerra, lontano dagli stereotipi. Sei registi con linguaggi e approcci diversi che ci hanno mostrato diverse sfaccettature del paese asiatico. Otto relatori che hanno messo a confronto esperienze e punti di vista. Quattro "concentrati" di proiezioni e dibattiti incentrati su quattro temi principali: Libertà, Genere e Conflitto, Scontro di Civiltà, Identità e Dialogo. Temi fondamentali, molto cari a Unimondo. www.unimondo.org

Roberto Savio a Trento incontra Unimondo

roberto savioRoberto Savio Presidente di Inter Press Service (IPS), la principale fonte d’informazione indipendente sul Sud del mondo ha incontrato a Trento la redazione di Unimondo a dimostrazione di una profonda amicizia e vicinanza che c'è tra le due fonti dio informazione alternative. Inter Press Service si  avvale di una rete di 500 corrispondenti dislocati in 150 Paesi e fornisce notizie e approfondimenti  che riguardano soprattutto il processo di globalizzazione e i suoi effetti sullo sviluppo economico, sociale e politico, specialmente nelle aree in via di sviluppo del pianeta. Unimondo, lo ricordiamo, è il nodo italiano di Oneworld, la rete di portali che conta 10 centri in 4 continenti e 1600 organizzazioni partner. Unimondo fornisce un'informazione qualificata sui temi della pace, l'ambiente, i diritti umani e la cooperazione internazionale. www.unimondo.org

 

__________________________________________________________________________________________________

PARTECIPAZIONE

Uno sguardo sui prossimi appuntamenti

PADOVA

16 luglio

Porchetta & Friends

Mercoledì 16 luglio a Sarmeola di Rubano (PD), torna l'appuntamento  "Porchetta & Friends", una serata di raccolta fondi per la prossima edizione de "La pietra Scartata", l'evento sul tema della debolezza e delle fragilità. La serata è organizzata da Fondazione Fontana onlus, Atantemani, Centro Missionario Diocesano di Padova, Opsa,UILDM.

 

MONSELICE (PD)

20 luglio

ME, WE all'Euganea Film Festival

ME, WE, il documentario che racconta l'esperienza del Saint Martin in Kenya, sarà presentato in concorso domenica 20 luglio  al Palazzo della Loggetta di Monselice, nell'ambito delll' Euganea Film Festival .

 

FIUGGI

19-26 luglio   

ME, WE al Fiuggi Family Festival

Dal 19 al 26 luglio a Fiuggi  si terrà il Fiuggi Family festival, l'unico festival cinematografico al mondo interamente dedicato alla famiglia. Me, We sarà proiettato fuori concorso. Il porgramma del festival è ancora in fase di definizione. www.fiuggifamilyfestival.org

 

NAIROBI, KENYA

26-27 settembre

 

"With a different mind", Nairobi - Kenya

Venerdì 26 e sabato 27 settembre si terrà a Nairobi in Kenya, l'evento "With a different mind", organizzato dal Saint Martin in collaborazione con altre realtà del Kenya  sul tema della disabilità. L'obiettivo è lo  scambio di  esperienze e metodologie, ma anche tentare un cambiamento di  percezione della persona con disabilità, capovolgendo il "senso comune" e facendo risaltare quanto di bello e di buono possa esserci nella relazione fra "abili" e "disabili", quanto sia possibile ricevere da chi apparentemente si trova nella "debolezza".

Le informazioni e i dettagli saranno disponibili sul sito www.saintmartin-kenya.org

 

SDC banner 175x63

immagine

MEWE

5x1000 2

fondazione-fontana-logoword-social-agenda-logoimpresa-solidale-logounimondo-logo