Informativa breve sulla gestione dei dati personali e dei cookie nel rispetto della normativa GDPR
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, questo sito potrebbe usare cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie.
Nel rispetto della normativa GDPR, per saperne di più sulla gestione dei cookie e sull'uso dei dati personali consulta la nostra Cookie Policy.

  • 5x1000 NIENTESTASCRITTO-01

     

  • SDC slider 576x244

     

     

  • collage 3

     

    oltre 4000 Beneficiari dei progetti di cooperazione che  si ispirano ad un approccio comunitario e partecipativo.

     

     

     

     

    Quattro i paesi con i quali lavoriamo: Kenya, Ecuador, Bosnia e Israele

    Leggi l'articolo

COMUNI/CARE_Nr_36 aprile 2019

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 

Uchaguzi Wa Amani. Una carovana per la pace al Saint Martin

peaceful elezioni2

Il programma Pace e Riconciliazione del Saint Martin CSA, punta a rinforzare la comunità sulla capacità di ridurre l'incidenza della violenza e individuare le violazioni dei diritti umani. Prima delle ultime elezioni in Kenya, il Saint Martin nell'ambito del programma Pace e Riconciliazione ha organizzato la "carovana della pace" coinvolgendo oltre 100 persone dello staff e sensibilizzando più di 3000 persone sul tema della pace. Sono stati noleggiati due camion capienti, in grado cioè di trasportare volontari e operatori del progetto e altoparlanti per diffondere parole e musica. L'obiettivo era quello di parlare del tema delle elezioni in modo pacifico, senza schierarsi per nessun contendente. Villaggio dopo villaggio la carovana, partita da Nyahururu, ha percorso gran parte della Contea del Nyandarua, suscitando la curiosità e l'interesse della gente. Il progetto Peace Caravan è stato l'ultimo passo di un percorso più lungo cominciato dai funzionari pubblici, membri della burocrazia statale che avrebbero proprio il compito di "spiegare" alla gente i vari meccanismi democratici. Ad ogni tappa della Carovana, contrassegnata da un clima non solo pacifico ma anche festoso con balli e comizi,era presente uno di questi funzionari, segno di una sinergia positiva tra le istituzioni statali e le iniziative dell'associazionismo. Il programma è cofinanziato dalla provincia Autonoma di Trento. (L'articolo è apparso su www.unimondo.org).

 

 

EDUCAZIONE

 PEOPLE, persone. La World Social Agenda del prossimo anno

planetÈ questa la “P” che la prossima edizione della World Social Agenda approfondirà con gli insegnanti e gli studenti a partire da settembre 2019. La terza delle 5P che costituiscono la base dell’Agenda 2030. Mettere al centro le persone significa riconoscerle, legittimarle, accoglierle così come sono, nella loro unicità. Significa mettere davanti a tutto i diritti umani, in particolare dei gruppi più vulnerabili e di tutti coloro che vengono discriminati. Ognuno di noi dovrebbe avere lo stesso spazio e la stessa possibilità di accesso alle opportunità lavorative, scolastiche e sociali. La WSA lavorerà per rendere studenti ed insegnanti più consapevoli delle disparità presenti e per ridurre le disuguaglianze.

PEOPLE mira a decostruire le etichette e a lavorare per l’inclusione affinchè l’idea stessa di inclusione sparisca e il riconoscimento dell’altro – diverso da noi ma con pari diritti e dignità - diventi elemento fondante del nostro modo di sentire e concepire la comunità e gli spazi in cui viviamo. www.worldsocialagenda.org

 

 

 

Alternanza scuola lavoro in Fondazione Fontana

In Fondazione c'è chi alterna la scuola al lavoro. Per Alberto e Riccardo l'anno scolastico si è concluso a fine maggio perché dal 3 al 21 giugno sono stati al lavoro con noi in Fondazione Fontana. Provengono entrambi dal Liceo delle Scienze Umane Maria Ausiliatrice di Padova, hanno ultimato il quarto anno durante il quale hanno preso parte, insieme alla loro classe, al progetto World Social Agenda, "Planet. Responsabilità e territorio". Abbiamo chiesto ad Alberto e Riccardo cosa ha rappresentato l'esperienza vissuta insieme a noi, cosa hanno imparato e cosa resterà di essa dal punto di vista personale e della loro formazione.

foto Alberto Valente"Sono Alberto Valente. In queste tre settimane ho potuto lavorare nella pubblicazione di post e video nelle pagine Facebook e Youtube della World Social Agenda. Inoltre ho potuto assistere e partecipare a varie riunioni di lavoro che mi hanno permesso di riflettere e comprendere i meccanismi all'interno di un gruppo di lavoro. Questa esperienza mi ha arricchito molto, personalmente e professionalmente, perché ho potuto conoscere delle persone competenti che mi hanno seguito ed insegnato molto. Inoltre mi hanno sempre stimolato a dare il meglio, incoraggiandomi e dandomi la possibilità di mettermi alla prova. Da questa esperienza ho potuto comprendere che mi piacerebbe continuare nell'ambito della gestione dei social media. In conclusione ringrazio tutto lo staff di Fondazione Fontana che mi ha fatto sentire partecipe all'interno di questo lavoro; e un ringraziamento speciale alla mia referente di alternanza Sara Bin che mi ha guidato in questo percorso. Grazie".

riccardo"Io sono Riccardo Crespan. Nel periodo di tre settimane ho potuto confrontarmi con vari aspetti del lavoro che sta dietro la fondazione, come l'importanza del Terzo Settore sulla società ma soprattutto ho guadagnato delle abilità informatiche che hanno arricchito il mio ramo di competenze. La parte più interessante del mio lavoro sicuramente è stata leggere gli articoli che i miei coetanei hanno scritto sul blog Planet. Responsabilità e territorio perché leggendoli scoprivo problematiche o possibili soluzioni su temi che non avevo neanche idea esistessero. Per ultimo vorrei ringraziare il personale della Fondazione Fontana. Per tre settimane sono stati 'colleghi', ci hanno accolto in un mondo per noi nuovo e ci hanno trasmesso il loro interesse e la passione per temi che non tutti hanno il coraggio di trattare".

Guarda il video dell'ospitata a Buongiorno Regione su Rai 3 di Lucia Gennaro, responsabile World Social Agenda e Riccardo Crespan

 

MOBILITAZIONE  

 La pietra scartata ha compiuto 10 anni. Di parola. Istruzioni per una convivenza responsabile

pietra scartata 2019-14

"Mi piace chi sceglie con cura le parole da non dire". È un verso di Alda Merini stampato sulla locandina della decima edizione de "La pietra scartata" a dare tutto il senso al titolo scelto per il 2019: "Di parola. Istruzioni per una convivenza responsabile". L'evento promosso da Opsa, Fondazione Fontana, Atantemani, Impresa solidale, Uildm Padova e Ufficio Diocesano di Pastorale della Missione, si è svolto giovedì 28 marzo scorso nel teatro dell'Opsa. È stata la decima edizione! Dieci appuntamenti che sono stati punti d'arrivo di altrettanti percorsi che hanno portato ad affrontare temi diversi (delle volte scomodi!) ma sempre con il denominatore comune della fragilità come risorsa. Nel ripensare ai 10 anni de La Pietra Scartata il sentimento che ci siamo sentiti di esprimere è stata la gratitudine per i tanti incontri avuti, per l'opportunità di conoscere persone straordinarie, di incontrare la loro fragilità e stupirci di fronte al modo in cui hanno saputo trasformarla in occasione di crescita per sé e per gli altri. Per questo motivo la serata è iniziata con un video che ha raccontato questo viaggio con le immagini dei protagonisti accompagnate dalle parole della poesia Bello Mondo di Mariangela Gualtieri. Le parole di gratitudine nella poesia sono espressione di ciò che di bello e buono abbiamo ricevuto da queste edizioni. La serata è poi proseguita con gli scambi di riflessioni tra Bruno Mastroianni - giornalista, filosofo, social media manager - e Paolo Ghezzi - giornalista, scrittore, editore – che hanno discusso della comunicazione e dei suoi linguaggi, sempre meno verbali, sempre meno civili, tentando di aprire strade differenti nelle modalità con cui ci relazioniamo ed enfatizzando la relazione e l'ascolto dell'altro come punto fondante di un dialogo sano e costruttivo. Le parole di Bruno e Paolo sono state intervallate da sketch improvvisati ed entusiasmanti di Claudia Gafà e Paolo Facco di CambiScena che hanno saputo mantenere l'attenzione sul tema in modo comico e coinvolgente. Grazie a tutti

 

Oltre l'ostacolo. Martina Caironi a Trento 

7Doppio appuntamento per Martina Caironi - testimonial di Fondazione Fontana Onlus - a Rovereto, nell'ambito di una collaborazione fra Fondazione Fontana e Trentino Sviluppo, l'Agenzia della Provincia Autonoma di Trento per lo sviluppo sostenibile del territorio trentino.
Martina ha portato la sua testimonianza di relazione con la tecnologia sportiva all'incontro italiano di SPIN Accelerator Italy, l'iniziativa di Trentino Sviluppo che ha riunito 20 promettenti idee imprenditoriali , provenienti da diversi paesi europei, relative all'innovazione in ambito sportivo.
In serata ha partecipato all'incontro Oltre l'ostacolo, il record dentro di noi" insieme a Franco Bertoli - ex-pallavolista della Nazionale e mental coach di alcuni dei protagonisti dello sport italiano. Nel corso della serata, partendo dalla sua vicenda personale e dalla sua esperienza in Kenya con Fondazione Fontana, Martina ha confermato una visione positiva della sua esperienza di vita, che ha saputo guardare alle possibilità che aveva davanti piuttosto che a quello che le mancava, raggiungendo così risultati "prima" inimmaginabili. Una visione che condivide con Fondazione Fontana Onlus, che cerca nei suoi progetti di partire dalle risorse della persona e della comunità per affrontare le difficoltà e le sfide, in Italia e in Kenya, paese con cui ha una relazione strategica di lungo periodo.
"La nostra presenza in questo contesto di sviluppo del talento imprenditoriale e dell'innovazione non è casuale" - ha affermato Pierino Martinelli - Direttore della Fondazione Fontana - nel suo saluto iniziale - "perché il Kenya è un Paese che, pur con squilibri e disuguaglianze enormi, presenta caratteristiche interessanti dal punto di vista dell'innovazione. Basti pensare che di recente una impresa Kenyana è stata inserita fra le prime 50 aziende emergenti nell'ambito del "fintech" - l'innovazione finanziaria resa possibile dalle nuove tecnologie - nel prestigioso KPGM Fintech100 Report e che nel 2018 il Kenya ha attratto quasi un terzo dell'impressionante iniezione di capitali (1,2 miliardi di dollari) che è stato investito nelle startup africane."
Promuovere le relazioni internazionali di valore con altri promettenti Paesi è uno degli obiettivi di Trentino Sviluppo e questa collaborazione è un esempio del patrimonio di relazioni che la cooperazione internazionale trentina può portare al proprio territorio, senza venire meno al suo obiettivo di aumentare l'equità e ridurre le disuguaglianze globali.

 

 

Uno sguardo sui prossimi appuntamenti

 

 

TRENTO

24 maggio

 

 

Il nuovo Seminario della Carta di Trento

COOPERAZIONE E CAMBIAMENTO CLIMATICO


La cooperazione internazionale per il pianeta tra diritti e sostenibilità
Venerdì 24 maggio a Trento dalle 8.45 alle 16.30 si terrà il nuovo Seminario della Carta di Trento. Una giornata di formazione per indagare sugli effetti del cambiamento climatico nei contesti in cui opera la cooperazione internazionale e su quali nuovi orientamenti e approcci sono necessari per affrontare le sfide che la crisi del clima pone alla comunità globale. Presso il Centro per la Cooperazione internazionale, Vicolo San Marco n.1 a Trento.Per informazioni e iscrizioni: tel: 0461/390092 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  web: www.cartaditrento.wordpress.com   

 

PADOVA 

WSA 

Mattinate conclusive

Mattinate conclusive percorso WSA . Planet. Responsabilità e territorio

 

Iniziano le mattinate conclusive del progetto WSA per le scuole superiori di Padova. Un momenti di restituzione dei lavori fatti dai ragazzi durante l'anno scolastico sul tema Planet. responsabilità e territorio. Queste le date: 30 aprile -  Liceo scientifico Fermi, 3 maggio - Liceo scientifico Cornaro, 6 maggio - Liceo Ferrari di Este, 8 maggio - Liceo scientifico Curiel, 9 maggio - Liceo Duca D'Aosta, 15 maggio - Liceo Maria Ausiliatrice, 15 maggio - IPSSAR Pietro D'Abano di Abano Terme. Info: www.fondazionefontana.org

 

CADONEGHE (PD)

18 maggio

 "Consigliamoci", Cadoneghe (PD)

 

Dall’anno scolastico 2014-15, il Comune di Cadoneghe ha “adottato” come filo conduttore del Consigliamoci, il consiglio comunale dei ragazzi, i temi proposti dalla WSA. L'appuntamento quest'anno è per sabato 18 maggio  alle ore 9.30 presso la palestra Olof Palme con tutte le classi quinte delle scuole primarie di Cadoneghe. Questa edizione del Consigliamoci ospiterà anche  due classi prime e probabilmente una seconda della scuola secondaria di I grado Don Milani. Verrà conferita  la cittadinanza onoraria ai bambini delle classi coinvolte che non hanno la cittadinanza italiana, in collaborazione con l’UNICEF provinciale di Padova.

 

   

 

 

 

logo facebook

5x1000 2

fondazione-fontana-logoword-social-agenda-logoimpresa-solidale-logounimondo-logo